#9 - 2 CM

Cronache partite

Serie C M

MESTRE, LA REPLICA

Al De Mas il Fizeta bissa il risultato di coppa.

Con la prima vittoria in campionato i rinoceronti si ritrovano a metà classifica ma con una gara da recuperare

DA ROLD LOGISTICS BL – FIZETA VOLLEY MESTRE : 3–1   ( 25-18 , 21-25 , 25-17, 25-18 )

FIZETA VOLLEY MESTRE : Prataviera E., Vignesso R.(K),  Semenzato A., Pin A., Basso M., Girotto S., Marchese F., Busatto L., Agnoletto D., Frezza R., Ribon E.   Bortot M.(L1 ), Perencin D. (L2). .1^ All. Fumagalli F., 2^ All. Siviero L.

DA ROLD LOGISTIC TEAM BL : Zanolli E. (4), Menegazzo F.(4), Altoè A., Da Pian R.(7), Possamai M.(6), Gasperin F., Martinez Ignacio(2), Gallina L.(K)(16), Milani A., Murer M., Foroni M.(16) Tollardo M.(L1), Schiano R.(L2).  1^All.  De Battista E. , 2^All. Nesello L.

Muri vincenti : 7, Battute vincenti : 5,  Errori battuta : 7

 Esordio casalingo ieri per i nostri ragazzi  , chiamati a muovere la classifica dopo la bella prova di sabato contro la capolista Zanè.  Nostra avversaria la Fizeta Mestre ,  già sconfitta  3-1 quest’anno al  De  Mas in un incontro di Coppa Veneto .

Coach De Battista parte con Martinez e Da Pian in diagonale , Foroni e Gallina bande , Possamai e Menegazzo al centro e Tollardo , preferito in avvio al convalescente  Schiano, nel ruolo di libero .

Il primo set è a senso unico  : Mestre sbaglia troppo e Belluno non perdona . 11-6 , 21-14 , sembra tutto molto facile . Sembra , perché , puntualmente , nel secondo set la musica cambia .

Mestre adesso  difende alla morte su ogni pallone e i nostri attaccanti iniziano a perdere sicurezza . Siamo sotto 9-12 al primo time out , 13-17 quando Basu cambia la diagonale facendo entrare Gasperin e Milani rispettivamente per Martinez e Da Pian

Ma è tutto inutile , siamo poco determinati al centro e i veneziani hanno preso le misure sui nostri attacchi che vengono tutti da posto 4 e posto 2.  Nonostante abbiano sempre il muro a due schierato , i nostri attaccanti riescono comunque a fare il loro dovere e quando capitan Gallina , con l’ennesimo attacco da posto 4 , porta il punteggio per la prima volta in parità , 21-21 ,  tutto sembra ancora possibile . Invece  Mestre piazza un mortifero  4-0 e si aggiudica , meritatamente ,  il set .

Nel terzo  Basu corre ai ripari e inserisce Zanolli per Menegazzo .  La partenza è disastrosa e al primo time out siamo sotto 1-5 .  Sul 2-7 fuori Tollardo per Schiano e la musica , finalmente , cambia . Si cominciano a vedere i primi muri , la ricezione è più precisa e questo permette di giocare più primi tempi. Le nostre bande non trovano più il muro schierato e cominciano a far male ( Gallina e Foroni rispettivamente 8 e 5 punti nel set ). Il primo pareggio è sul 12-12 , quindi equilibrio fino al 16-16 ed infine  solo Belluno , per il 25-17 finale .

Il quarto set inizia come è finito il terzo : Fizeta alle corde e Da Rold che picchia forte .  Sotto 12-3 , Mestre ha già esaurito i time out a disposizione e può solo sperare in un miracolo . Miracolo che fortunatamente per noi non si verifica e il tranquillo 25-18 finale suggella il secondo 3-1 in due settimane .

2 muri punto nei primi due set , 5 nel terzo e quarto  : la svolta è venuta dal centro e porta il nome di Enrico Zanolli . Mestre è una squadra ostica che difende molto bene , senza il cambio di atteggiamento mentale innescato da Enrico non so davvero come sarebbe finita la partita .

Sabato prossimo  altra trasferta difficile , a Bassano , contro una delle squadre più accreditate del torneo . Ma , in fondo , se a Zanè abbiamo vinto un set , perché non possiamo vincerne tre a Bassano ?

 Forza ragazzi , only the brave !!!!

 Andrea Gallina

 

L’INTERVISTA AL COACH

 “Punteggio finale come in coppa, ma gara leggermente più complicata perché ci siamo trovati in parità dopo i primi due set e ancora sotto all’inizio del terzo. Abbiamo passato un brutto quarto d’ora: dal recupero sul 21 pari del secondo set al pareggio nel terzo. Lì dentro c’è di tutto: dagli errori più banali al riscatto a tutti i costi, dall’impossibilità di mettere a terra la palla alle difese più spericolate, dal muro inefficace alla palletta più insidiosa. In particolare c’è stato un intervallo di tempo dove non riuscivamo più a controllare il loro opposto. Poi ci siamo ripresi anche grazie al rientro forzato di Schiano che ha rimesso ordine nella nostra formazione. Non avevo intenzione di rischiarlo perché ancora sofferente e per questo si è allenato molto poco in settimana. Ho fatto partire Tollardo, anche lui fisicamente non al cento per cento, che ha iniziato bene ma col tempo ha avuto un calo; speravo in una sua performance come quella della settimana scorsa.

Il cambio di linee ci ha aiutato anche in questo frangente ed è stato fondamentale per l’aggancio nel secondo parziale; peccato che poi abbiamo dato una mano consistente ai veneziani con degli errori marchiani che ci sono costati il set. E non solo. Sulla spinta della vittoria, gli ospiti ci hanno lasciato al palo anche all’inizio del parziale successivo, salvo subire la nostra lenta quanto riuscita rimonta. Il successivo quarto set, anche se il punteggio risulta quasi analogo al precedente, ci ha sempre visti in controllo.

Detto di Schiano e Tollardo non in perfetta forma, durante il terzo set anche Foroni ha accusato qualche problemino ma mi ha fatto sapere che riusciva a continuare. Sarebbe stato un problema chiamarlo in panchina visto la quantità di palloni che il nostro attaccante aggredisce, ma saremmo stati pronti anche per questa evenienza.

In gare come questa risalta la necessità di continuare ad insistere con Martinez di agevolare il gioco al centro ed incrementare quello dalla seconda linea, attualmente meglio da posto 6 che da 1. Logicamente non posso buttare la croce addosso al solo regista, in quanto anche i centrali quali Menegazzo e Possamai non sono al top: entrambe per carenza di allenamento, il primo per impegni scolastici, l’altro per lavoro. Tanto è vero che ho dovuto far entrare Zanolli per Menegazzo a causa di qualche errore di troppo in ricostruzione.

Anche in tema di tattica abbiamo dovuto apportare qualche modifica al volo. Nella gara di coppa, abbiamo cecchinato il libero della formazione lagunare mettendolo in seria difficoltà. Questa volta non è andata nello stesso modo e questo ci ha spiazzato leggermente.

Incameriamo questi primi tre punti preparandoci alla prossima impegnativa trasferta in quel di Bassano. La squadra vicentina, anche se severamente punita in trasferta dallo Zanè per 3-0 in questo fine settimana, a mio parere rimane una delle formazioni più temibili di questo girone. Vedremo di capire come è maturata la loro sconfitta, ovvero se avessero problemi di formazione o se sia accaduto qualche cosa di particolare. Comunque sia, sbarcheremo al Palabassano senza timori e vedremo alla fine: vorrei tornare a casa con dei punti”.

 FDP

 
 
 
 
 
 
 
DA ROLD Logistics Made Easy
 
 

 
 
 
 
 
 
 
CORTINA EXPRESS
 
 

CERCA

SPONSOR